Gioca con noi!

Ciao amici!
Benvenuti nella pagina dedicata ai giovani "visitatori virtuali" del PNV.

 
In queste giornate di primavera in cui tutti rimaniamo in casa, il Settore Educativo ha piacere di restare in contatto con voi tutti e tenervi compagnia con alcune attività.
Nell’attesa di poterci rivedere numerosi nei viali del Parco Natura Viva, dove i nostri colleghi keeper, veterinari e ricercatori continuano senza sosta a prendersi cura dei nostri amati animali, su questa pagina troverete alcune schede-gioco e disegni da colorare sulle specie che ospitiamo o sui temi trattati dalle giornate internazionali dedicate all’ambiente o agli animali.

Le schede saranno scaricabili, ma non vi preoccupate se non potete stamparle: provate comunque a “giocare” e a colorarle con i programmi del computer.

Allora seguiteci!
Gli appuntamenti saranno il lunedì ed il venerdì. E se avrete voglia, inviateci un vostro disegno con un messaggio oppure le schede che avrete completato a educativo@parconaturaviva.it
Se volete chiedere ai vostri genitori di condividere sui social le vostre opere con l'hashtag #iogiococonilpnv
...e quando verrete a trovarci al Parco, se volete portate un vostro disegno, sarà esposto nelle aree didattiche dove tutti potranno ammirarlo!

Oltre ai disegni e alle schede che trovate su questa pagina, ogni tanto ci saranno anche dei video nei quali vi racconteremo alcune cose interessanti dei nostri animali.

Un caro abbraccio a distanza a voi tutti e alle vostre famiglie!
Katia, Marta, Ilaria, Francesca, Cristina

29mag-mic.jpg

Ciao amici!
Siamo arrivati alla fine di maggio e finalmente, da una settimana, il Parco è aperto e potremo presto rivederci.
Oggi è, come tradizione ormai, una giornata dedicata agli invertebrati che possiamo ammirare anche nella nostra Casa dei Giganti, oppure possiamo osservare durante le nostre escursioni in Natura. 
Con i colleghi e amici educatori dell'UIZA (il gruppo Eduzoo) abbiamo ideato l'evento "Millepiedi, insetti & Co." che festeggiamo tutti insieme in onore di Mic, un nostro caro collega che ci ha trasmesso l'amore per i piccoli animali.
 
cerca-fiori.jpg
farfalla-bastoncino.jpg
farfa-molletta.jpg
quante-formiche.jpg



25mag-lontre.jpg
Ciao!
Eccoci arrivati a festeggiare per la prima volta la Giornata Mondiale delle Lontre!! Dall'autunno scorso vivono al Parco due fantastiche lontre giganti: i fratelli Felipe e Apalai. Arrivati dallo zoo di Madrid, hanno ormai preso possesso del loro reparto, esplorandolo in lungo e in largo, facendo acrobazie in acqua e gustandosi pause ristoratrici rotolandosi nella sabbia. E' un vero spasso vederli nella Casa dei Giganti!!

Le lontre giganti sono solo una delle 13 specie di lontre che si conoscono. Tutte le specie sono minacciate di estinzione: le lontre vivono in ambienti delicati come le zone umide, la loro presenza dà una buona indicazione della salute di quell'ambiente. Le lontre infatti sono molto importanti perchè sono i predatori all'apice della catena alimentare e la loro scomparsa è causa di problemi sulle relazioni tra le specie, la catena alimentare e la biodiversità locale.

Divertiti allora a colorare le nostre schede e vieni al Parco ad ammirare i nostri curiosissimi fratelli!

A presto!
 
disegno-lontra-adattamenti.jpg
disegno-lontra-famiglia.jpg
disegno-lontra-cibo.jpg






22mag-api-giganti.jpg

Ben ritrovati
Il 22 maggio è la Giornata Internazionale della Biodiversità, e il 20 maggio è stata la Giornata Mondiale dell’Ape, per cui abbiamo deciso di unire i 2 eventi e parlarvi di alcuni animali in pericolo d’estinzione come le api e specie che vivono su isole come le testuggini giganti delle Seychelles e i draghi di Komodo dell’arcipelago Indonesiano.

Giornata Mondiale dell’Ape
Lo sapete che le API, di cui spesso abbiamo paura perchè possono pungere, sono animali di grandissima utilità per noi uomini? E non ci riferiamo solo al fatto che producono il miele di cui siamo ghiotti o la pappa reale (che è un alimento ricco di nutrienti da sempre usata per fortificare l’organismo, visto che è ricca di vitamine e altre sostanze utili per le difese immunitarie), ma anche al fatto che le api sono delle straordinarie impollinatrici.
“Le api domestiche e selvatiche sono responsabili di circa il 70% dell’impollinazione di tutte le specie vegetali viventi sul pianeta e garantiscono circa il 35% della produzione globale di cibo.
Più del 40% delle specie di invertebrati, in particolare api e farfalle, che garantiscono l’impollinazione, rischiano di scomparire; in particolare in Europa il 9,2% delle specie di api europee sono attualmente minacciate di estinzione (IUCN, 2015). Senza di esse molte specie di piante si estinguerebbero e gli attuali livelli di produttività potrebbero essere mantenuti solamente ad altissimi costi attraverso l’impollinazione artificiale. ” Fonte ISPRA (Istituto Nazionale per la Protezione e la Ricerca Ambientale).

Giornata Internazionale della Biodiversità

idb-2020-logo-en-web-4.png

Per festeggiare questa giornata oggi vi proponiamo schede sulle testuggini, ossia le tartarughe di terra. Le più grandi in assoluto, che puoi vedere al Parco Natura Viva visto che abbiamo appena riaperto il 21 maggio, sono le testuggini delle Seychelles per salvare le quali il PNV ha un progetto speciale proprio nell’arcipelago delle Seychelles in Africa, scoprilo qua 
Ad esse abbiamo voluto abbinare anche un disegno dei nostri draghi di Komodo, che sono giganti che vivono in un altro arcipelago, in Asia, in particolare in Indonesia, anche loro sono una specie a rischio d’estinzione a causa dell’uomo.

Ma per finire in bellezza vi diamo una buona notizia, sembra infatti che la Cina a vietato per i prossimi 5 anni la caccia e il consumo alimentare delle specie animali selvatiche tra le quali si trovavano molti animali minacciati. Evviva!!

 
disegno-drago-komodo1.jpg
disegno-testuggine-seychelles.jpg
disegno-testuggine.jpg
labirinto-testuggine.jpg
testuggine-3d.jpg
roto-ape.jpg




18mag-occhio-alieno.jpg

Ciao amici!

Occhio all'alieno! Un invito che rivolgiamo a tutti: fate attenzione agli alieni. Non si tratta degli omini verdi che arrivano da altri pianeti, ma di animali e piante che si trovano a vivere in ambienti diversi dai loro, lontano dai paesi di origine. In questi habitat le specie possono acclimatarsi e rimanere. In alcuni casi però diventano un problema per le altre specie, per l'ambiente e, spesso, per le attività e le costruzioni umane.

Cosa possiamo fare noi? Facciamo attenzione per esempio quando ci compriamo un animale da compagnia (o una pianta da coltivare): informiamoci bene sulle sue esigenze e ricordiamoci che dobbiamo prendercene cura per sempre.

Se volete saperne di più sulla campagna "Occhio all'alieno" che abbiamo creato con i nostri amici e colleghi di Eduzoo, il gruppo degli educatori degli zoo UIZA, vai alla pagina dedicata sul nostro sito.

Nel frattempo, vi diamo alcune informazioni su qualche specie nei disegni che trovate qua sotto.
 
disegno-trachemys.jpg
disegno-nutria.jpg
disegno-scoiattolo-grigio.jpg
disegno-giacinto-acqua.jpg





15mag-colori.jpg

Ben ritrovati amici!
Oggi abbiamo pensato di dare un po' di colore alla giornata parlando insieme del significato che hanno i colori per gli animali. Approfondendo questo aspetto del mondo naturale, festeggiamo la giornata delle specie minacciate (Endangered Species Day), alcune delle quali saranno anche protagoniste delle schede di oggi.
 
Studiando il linguaggio segreto dei colori, riusciremo a capire i messaggi che la Natura ci dà, guardandoci attorno.

A volte gli animali hanno colori molto vivaci per richiamare l'attenzione: farsi individuare dai compagni nel folto della foresta come fanno i pappagalli ara, oppure corteggiare le femmine come fa il pavone.
 
disegno-pappagalli-ara.jpg
disegno-pavone.jpg
 
disegno-tigre-colori.jpg


Altre specie invece hanno colori meno vivaci e utilissimi per nascondersi nell'ambiente in cui vivono: un utile accorgimento sia per le prede che per i predatori. Oltre alla colorazione aiutano anche alcuni "disegni" come per esempio le strisce nelle tigri: quando si trovano in mezzo alla vegetazione, questi animali "spariscono" alla vista, mimetizzandosi perfettamente.





...e le zebre? Hanno le strisce ma non si mimetizzano con l'ambiente. Alcuni scienziati pensano che la loro colorazione sia molto utile per “confondere” i predatori. Questi carnivori infatti, non riuscirebbero a individuare un singolo animale all’interno del gruppo di zebre (questa è solo una delle ipotesi che spiegano perchè le zebre siano a strisce).
Nel colorare la scheda, liberate la fantasia: nelle nostre menti non sempre le zebre sono bianche e nere, anzi!
 
disegno-zebra.jpg
 
disegno-farfalla-civetta.jpg


Per sfuggire ai predatori, gli animali usano tanti comportamenti o accorgimenti. Alcuni... li spaventano! La farfalla civetta deve il suo nome proprio al fatto che quando è posata, sulle ali mostra un grande occhio di rapace. Vedendolo, un predatore non prova ad avvicinarsi alla farfalla: potrebbe rischiare di essere lui il pasto!






Alcuni animali fanno finta di essere quancun altro... e imitano una specie velenosa! Lo fa per esempio l'innocuo serpente "falso corallo" che imita molto bene la colorazione del serpente corallo, velenoso. Ad una prima occhiata, si fa fatica a distinguerli e così, nel dubbio, i predatori potrebbero lasciarlo stare. Nella scheda trovate il trucco per riconoscerli!
disegno-serpente-corallo.jpg

Lo sapevate che il colore rosso di solito è un segnale di avvertimento? Gli animali che hanno questo colore, anche solo qualche macchia, è come se dicessero ai loro predatori: "fate attenzione, se mi prendete potreste correre un grosso rischio!". Essi infatti sono spesso velenosi. Per lo stesso motivo dobbiamo stare attenti a raccogliere le bacche quando passeggiamo: se non le conoscete, non raccoglietele!






Non dimenticate di guardarvi il video del "virtual talk" dalle tigri in programma il 15 maggio e, se ve lo siete perso, date una occhiata anche al video dove Ilaria e Sara ci parlano dei gelada!

 
video-tigre.png
video-gelada.png


a presto!


11mag-uccelli-migratori.jpg

Sabato 9 maggio è stata la Giornata Internazionale degli Uccelli Migratori, (World Migratory Bird Day) ossia quegli uccelli che compiono spostamenti, a volte enormi, da un luogo all’altro del nostro pianeta.
Lo sai che le specie che migrano sono il 20% degli uccelli? E che, tra gli animali, sono proprio gli uccelli a compiere le migrazioni più lunghe ed impegnative? Scopri quali sono i campioni nella scheda che trovi qui sotto.
 
record-migrazioni.jpg

Per poter migrare, gli uccelli hanno bisogno di trovare diversi luoghi favorevoli dove riposarsi, trovare del cibo, potersi riprodurre ed allevare i piccoli e “svernare” (trascorrere il periodo meno favorevole dell’anno in un posto con tutte le caratteristiche appena elencate).

Noi questa giornata la dedichiamo sempre al progetto che il PNV sostiene da anni: la reintroduzione dell’ibis eremita sulle Alpi in collaborazione con il Waldrappteam. Questa bizzarra specie di uccello, in Europa risultava estinta da secoli a causa della caccia, fino a quando alcuni ricercatori hanno deciso di allevare dalla nascita alcuni piccoli per reintrodurli insegnando loro anche a migrare. Infatti quando i ricercatori, che i piccoli volatili considerano dei “genitori adottivi”, salgono su un ultraleggero per traversare le Alpi, stormi di piccoli ibis li seguono imparando così la strada per la Toscana dove trascorreranno l’inverno.
Gli uccelli migratori sono protetti da leggi internazionali, ma molti sono comunque minacciati dalla caccia, utilizzo di insetticidi ed altre cause.
Cosa possiamo fare noi per aiutarli?
Prima cosa: se avvistate uno di questi uccelli (ibis eremita) chiamate il PNV per avvisarci, tutti gli individui sono controllati da GPS e se si perdono dobbiamo saperlo per aiutarli.
Mentre per gli altri uccelli migratori possiamo ad esempio aiutarli durante la migrazione fornendo loro il nostro giardino affinché possano trovare un rifugio sicuro, un posto dove fare un bagnetto e trovare del cibo.
 
Adesso colora il tuo ibis eremita del suo colore naturale o di tua fantasia.
 
disegno-ibis-testa.jpg
disegno-ibis-eremita.jpg

... e costruisci anche il modellino volante! Per costruire l'ibis in volo servirà la tua fantasia e, oltre a colorarlo potrai abbellirlo con qualcosa che hai in casa. Noi ti mettiamo qua sotto un paio di foto di ibis creati gli anni scorsi al Parco. Buon lavoro!
 
costruisci-ibis.jpg

ibis-carta-esempi.jpg

E infine, chi si nasconde qua sotto? Colora gli spazi dove ci sono i puntini e ti apparirà un...
 
colora-puntini-11mag.jpg





8mag-orsi.jpg

ciao!
​I nostri amici orsi ci aspettano oggi per prepararci alla giornata internazionale dedicata proprio a loro. Il 10 maggio li festeggeremo, ma prima conosciamo alcune curiosità su di loro: lo sapevate per esempio che nel mondo esistono ben 8 specie di orso? Al PNV ospitiamo una fantastica coppia di orsi dagli occhiali: Luis e Bahia, che proprio quest'anno hanno raggiunto il traguardo dei 25 anni insieme (ne avevamo parlato qua)!
Questa specie vive tra le foreste di montagna delle Ande, in Sud America (per questo motivo vengono anche chiamati "orsi andini"), dove è minacciata dalla deforestazione. Il Parco Natura Viva sostiene da anni le attività in campo condotte in Ecuador dell’Andean Bear Foundation (leggi qua il progetto).

...e se volete dare una mano al Parco in questo periodo, anche i nostri cari orsi sono tra le specie che puoi adottare!
 
disegno-orso.jpg



  Per festeggiare adeguatamente prepariamo un bel ritratto di un orso dagli occhiali




 
orsi-dove-vivono.jpg



...poi cerchiamo di posizionare correttamente sul planisfero le 8 specie di orso




 
orsi-cibo.jpg
 


  e cerchiamo di dare un delizioso pranzetto a cinque specie di orso...



 
orsi-cuccioli-peso.jpg
 


Una curiosità.... quanto pesa un cucciolo di orso bruno appena nato?




Facci sapere le tue soluzioni condividendole con #iogiococonilPNV #happybearsday #eazabeartag o inviandole a educativo@parconaturaviva.it

04mag-macaque-week.jpg

Con questo lunedì 4 maggio inizia, a livello internazionale, una settimana dedicata ai macachi (International Macaque Week), e noi lo dedichiamo alle nostre bertucce.
Questo simpatico macaco vive sulle montagne del Nord Africa (Tunisia e Marocco), ma è anche l’ultima scimmia che vive ancora sul territorio Europeo. Infatti una colonia di bertucce è presente sulla rocca di Gibilterra, che è un territorio britannico situato sulla costa meridionale spagnola, che si slancia verso il Marocco.
Nelle foreste di cedri (specie di conifere) del Nord Africa, queste scimime vivono in gruppi sociali in cui sia la mamma, che altre femmine o maschi, si prendono cura dei piccoli nati.
La principale minaccia è rappresentata dalla distruzione degli ambienti forestali e dal commercio soprattutto dei cuccioli. Il Parco da anni ha sostenuto un’associazione che studia e protegge questa specie in Marocco (si tratta del Barbary Macaque Awareness & Conservation).

Colora i disegni di cui sotto e scopri qualche info in più.

A presto
 
disegno-bertuccia-grooming.jpg
disegno-bertuccia-gioco.jpg
disegno-bertuccia-cuccioli.jpg
disegno-bertuccia-cibo.jpg



1mag-natura-dita.jpg

Il 1° maggio è la “festa del lavoro” e non si dovrebbe “alzare un dito”!
Ma noi invece vi proponiamo di usare le vostre dita per disegnare e magari realizzare un bellissimo “zoo virtuale” o un paesaggio naturale con tanti insetti…
Liberate allora la vostra fantasia per creare opere incredibili e... uniche! Noi vi diamo alcuni suggerimenti, ma sappiamo che voi potere realizzare tantissimi animali diversi (anzi, sarete voi a darci delle bellissime idee inviandoci le vostre opere)

Cosa occorre:
colore a tempera
carta o cartoncino
penna o pennarello sottile
fantasia (ma di questa ne abbiamo sempre tantissima!)

Cosa fare:
Per prima cosa prendete del colore a tempera, versatene poco (poco!) in un piattino e intingete il dito con pochissssssimo colore. A questo punto siete pronti per lasciare la vostra impronta sulla carta.

ragno-fingerprint.jpg

Se, per esempio, volete creare un ragno, fate una sola impronta sul foglio.
Lasciate asciugare il colore e poi, con la penna o il pennarello sottile, disegnate gli occhi, le zampette e... il filo con cui è collegato alla ragnatela.





Potete anche mettere più impronte vicine, dello stesso colore o di colori diversi, disponendole in modo da creare il corpo, le ali e altre parti dell'animale che avete in mente. Alla fine, aggiungete i particolari per dargli vita!
Qua sotto trovate altre idee che abbiamo creato: api, farfalle e altri insetti
 
libellula-fingerprint.jpg insetto-fingerprint.jpg mantide-fingerprint.jpg farfalle-fingerprint.jpg ape-fingerprint.jpg millepiedi-fingerprint.jpg

Oltre a "disegnare" i singoli animali, potete metterli insieme in un unico disegno. Ecco i nostri animaletti tutti insieme sullo stesso prato:
prato-fingerprint.jpg

In questi giorni Ilaria e Francesca vi hanno fatto conoscere i nostri paguri di foresta, Arturo e Dottor Zoidberg, avete visto il video?
Potete vederlo (o rivederlo, tutte le volte che vorrete) cliccando sull'immagine qua sotto:
video-paguri.png

Ed ecco un ritratto di uno dei paguri (chi sarà?) da colorare e un gioco per aiutarli a trovare una nuova conchiglia.
 
disegno-paguro.jpg
paguro-trova-conchiglia.jpg
  27-apr-tapiro.jpg
 
Buongiorno a tutti  
 
Oggi è una giornata speciale per un animale divenuto famoso in Italia per una trasmissione che lo ha scelto, rappresentandolo in una statuetta d’oro…. 
Avete indovinato di quale animale si tratta? Bravissimi oggi è proprio la Giornata Internazionale del Tapiro. 
Al Parco Natura Viva è ospitato il tapiro sudamericano, che è anche la specie più grande di quel continente. Infatti, spesso, il nostro pubblico quando lvede al PNV per la prima volta si stupisce di quanto sia grande, forse perché hanno tutti in mente la statuetta passata di mano in mano in TV?
I tapiri (ne esistono 4 specie, una delle quali si trova in Asia) però sono minacciati dalla competizione con il bestiame domestico, dalla caccia per la loro carne e la riduzione del loro ambiente naturale, fenomeno che li mette sempre più a contatto con le strade che attraversano l’area in cui vivono, con il rischio che vengano investiti da diversi mezzi di trasporto. 
Se volete conoscere meglio la nostra famiglia di tapiri: papà Rondelmamma Irene e la loro figlia Alba, visitate la nostra pagina Facebook dalle 14.00 di oggi 27 aprile: postiamo uno special “virtual talk” proprio su di loro.
Se non lo avete visto, lo travate cliccando qui!
 
 
Un abbraccio virtuale  
 
disegno-tapiro-cucciolo.jpg
disegno-tapiro-acqua.jpg
disegno-tapiro.jpg
disegno-tapiro-sagoma.jpg
disegno-tapiro-foglie.jpg
 

 

24-apr-giorno-terra.jpg
 
Il 22 aprile, come abbiamo già annunciato lunedì scorso, è stata la Giornata Internazionale della Terra, e oggi vi proponiamo schede di alcuni animali tra quelli più minacciati dai cambiamenti climatici che stanno diventando sempre più evidenti. 
Tra gli animali più in difficoltà per i cambiamenti climatici ci sono: 
  • specie che vivono nelle aree più fredde del globo, ossia verso i poli, dove i cambiamenti della temperatura media annuale portano a evidenti modifiche dell’ambiente (vedi lo scioglimento dei ghiacci), come ad esempio la renna e il gufo delle nevi; 
  • gli anfibi, che sono specie molto sensibili e vengono per questo considerate ottimi “indicatori della salute dell’ambiente”, come la rana freccia che potrai colorare con i colori brillanti che vorrai; 
  • specie che vivono sulle isole, che essendo ambienti meno estesi subiscono i cambiamenti climatici in maniera più evidente. Gli animali, inoltre, non possono spostarsi per trovare ambienti più favorevoli, di seguito trovi il lemure catta e il drago di Komodo. 
E prima di cominciare a colorare, guardati il video sui millepiedi che ospitiamo nella “Casa dei Giganti” del Parco. 
video-millepiedi.png

Buon fine settimana, a presto! 
 
disegno-drago-komodo.jpg
disegno-rana-freccia.jpg
disegno-catta.jpg
disegno-renna.jpg
disegno-gufo-nevi.jpg
 

20-apr-giorno-terra1.jpg

Il 22 aprile è la Giornata Internazionale della Terra (Earth Day)!  
Il nostro amato Pianeta, come tutti voi sapete, deve affrontare diversi problemi spesso legati all’attività degli uomini, che per utilizzare le risorse naturali distruggono gli ambienti, riducendo le forme di vita che vi abitano.
Uno degli eventi più distruttivi sono gli incendi: vi ricorderete per esempio qualche mese f
a, i grandi incendi della foresta Amazzonica e poi dell’Australia. Per spegnerli sono state impiegate tantissime persone, così come molti veterinari, ricercatori e volontari si sono messi all’opera per salvare numerosi animali. 
Queste schede sono dedicate ad alcune specie animali di queste 2 regioni del mondo: ocelot e bradipo per il SudAmerica, emù, kookaburra e canguro per l'Australia.
Divertiti a giocare anche con il Memory che ti proponiamo.
Ti aspettiamo venerdì prossimo! 
 
disegno-ocelot.jpg
disegno-kookaburra.jpg
disegno-canguro.jpg
disegno-emu.jpg
disegno-bradipo.jpg
memory.jpg



17-apr-foreste.jpg

Ciao Amici,
dal momento che domenica 19 aprile è la giornata che, insieme agli altri parchi dell’associazione UIZA (Unione Italiana Zoo ed Acquari), dedichiamo alla Campagna “Foreste SottoSopra”, oggi vi proponiamo di giocare con alcune schede sugli animali delle foreste tropicali e dei nostri boschi.
logo-foreste-sottosopra.png

Lo sai che la maggior parte delle specie di animali e piante del nostro pianeta si trovano nelle foreste tropicali, anche se queste coprono solo una piccola parte della superficie terrestre (circa il 7%)?
Le foreste tropicali sono importantissime non solo perché sono l’ambiente più ricco di forme di vita, ma anche perchè hanno un ruolo fondamentale nella regolazione del clima, inoltre 1 miliardo di persone dipendono direttamente dai prodotti provenienti dalle foreste tropicali per la loro sopravvivenza.
Per tutti questi motivi è necessario proteggerle per salvare tutte le creature che vivono in esse.
E lo sai che l’Italia oltre a essere così ricca di storia e arte è anche uno dei paesi Europei più ricco di Biodiversità, ossia più ricco di specie animali e vegetali diverse?
Allora parti alla scoperta di alcuni abitanti delle foreste tropicali come l’orso andino e dei boschi di “casa nostra”, come ad esempio la lince europea.
Ma prima guarda il video qui sotto che ti presenta una nuova specie della fattoria del parco.
Buon divertimento alla prossima settimana.
 
video-porcellini-india.png
 
intrusi-bosco.jpg
disegno-orso-andino.jpg
disegno-lince.jpg
chi-nel-bosco.jpg
chi-nella-foresta.jpg
 


13-apr-uova.jpg

Cari bimbi Buona Pasquetta a voi tutti e alle vostre famiglie!
Questo secondo appuntamento in periodo Pasquale ha come tema ancora le uova, ma dal punto di vista di chi ama… mangiarle. Infatti abbiamo scelto per la nostra rassegna di schede da colorare alcuni animali che vanno a “caccia di uova”… ma non di cioccolato!

Mettevi alla prova anche con la scheda degli ovipari (animali che si riproducono attraverso le uova) scoprendo l’intruso o forse più di uno e provate ad indovinare quante uova può fare una femmina di insetto-foglia.

Prima di salutarvi, consigliandovi di non mangiare troppa cioccolata, vi invitiamo a guardare il video qua sotto (cliccando sull’immagine) per conoscere, insieme a Cristina e Francesca, Tobia un animale speciale amico di molti bambini.
 
video-tobia.png
 
disegno-suricato.jpg
disegno-capovaccaio.jpg
disegno-tamarino-imperatore.jpg
trova-intrusi.jpg
uova-melania.jpg
 

Come al solito, la prossima volta vi diremo la soluzione dei giochi... nel frattempo divertitevi e condividete con noi le vostre opere  inviandole a educativo@parconaturaviva.it o usando #iogiococonilpnv

Scopri le soluzioni >>>

10-apr-uova.jpg

Ciao amici!
fra pochi giorni è Pasqua e abbiamo pensato di dedicarci alle uova! Un uovo rappresenta per gli animali il futuro: al loro interno si sviluppano i piccoli e la primavera è ricca di nascite.
Noi conosciamo bene l'uovo di gallina (quelli che troviamo al negozio non sono fecondate e non hanno quindi il pulcino), ma cosa sappiamo delle uova di altri animali?
Alcune sono bianche, altre sono colorate, a macchie, e hanno dimensioni diverse. Cerchiamo di conoscerle meglio con i disegni e i giochi di oggi. Lo sapevate che l'uovo più grande che esiste oggi sulla Terra è quello di struzzo che raggiunge una ventina di centimetri? Ma risulta comunque piccolo se lo confrontiamo con quello dell'uccello elefante, che ormai è estinto. Il suo uovo era veramente grande: poteva raggiungere una circonferenza di un metro!!

Giocate con noi (ricordatevi di condividere le vostre opere con noi #iogiococonilPNV)... e tanti auguri di Buona Pasqua da tutti noi del PNV!

 
disegno-struzzo-nido.jpg
disegno-casuario-pap.jpg
disegno-coccodrillo.jpg
gioco-uova.jpg
unisci-puntini-10apr.jpg
 

Scopri le soluzioni >>>

6-apr-fattoria.jpg

Ciao cari amici,
oggi vorremmo farvi giocare con alcuni dei vostri più amati beniamini animali: quelli della fattoria del PNV. Chi di voi ha già visitato il nostro parco sa che è una fattoria con animali di razze domestiche originarie dei diversi Paesi del mondo come: zebù nani dell’Asia, alpaca del Sud America, cavie peruviane, maialini vietnamiti ecc…
Qua sotto trovate alcuni disegni da colorare e anche due giochi.

Il cucciolo che abbiamo scelto come immagine iniziale di oggi è la piccola nata da poco al PNV. Si chiama MOU ....di quale animale si tratta? Cerca qualche info sui nostri social e scopri anche come si chiamano i suoi genitori (e sul nostro sito cerca tra i