Marzo 2018

Sono stati effettuati i primi inserimenti di microchip nei piccoli di testuggine delle Seychelles, con un workshop dedicato a illustrare la tecnica di applicazione sulle giovani testuggini allevate sull'isola di Curieuse.


Gennaio 2018

È stata firmata una convenzione tra il Parco Natura Viva e la Seychelles National Parks Authority. Agli inizi di febbraio è stato spedito al Seychelles National Parks Authority un primo pacco contenente 70 nanomicrochip e un lettore digitale, affinché possano essere applicati sui piccoli di testuggine delle Seychelles. Questo passaggio permetterebbe di ridurre il problema del prelievo di giovani individui in natura, che al momento rappresenta una minaccia per la testuggine delle Seychelles.


Novembre 2017

Viene condotta la prima missione sul campo per la conservazione delle testuggini delle Seychelles, che grazie alla collaborazione con l'Università di Bologna e con l'Università del Sacro Cuore di Piacenza potrà avere anche dei risvolti sul benessere degli animali ospitati nei parchi zoologici.

 

 
seychelles-csf-1.jpg seychelles-csf-2.jpg seychelles-csf-3.jpg


Gennaio 2017

Il 31 gennaio del 2017 è stato firmato l’accordo tra il Parco Natura Viva e il Seychelles National Park Autorithies che vede anche la collaborazione di Green Teen Team. L’accordo permetterà di aiutare le Seychelles nella tutela e nella salvaguardia delle testuggini giganti e consentirà di salvare dall’estinzione la sola specie di microchirotteri di queste isole. Il Parco ha già fatto una prima azione concreta inviando 70 nano-microchip da applicare ai piccoli di testuggine che nascono, con l'obiettivo di evitare che diventino oggetto del commercio illegale. Bisognerà poi recarsi sul posto per spiegare alle popolazioni locali come fare a inserire il microchip in modo tale da non arrecare alcun danno alle piccole.
Contemporaneamente il Parco si sta muovendo per cercare la collaborazione con chi ci potrà aiutare a fare un primissimo censimento dei pipistrelli, che dovrà essere il meno invasivo possibile dal momento che ne sono rimasti davvero pochi esemplari, probabilmente meno di 50.