Progetto Panda Rosso

Il Parco Natura Viva sostiene l'attività del Red Panda Network per la conservazione in natura del panda rosso attraverso la ricerca scientifica e la sensibilizzazione della popolazione locale. Fondato da Brian Williams nel 2007, il Red Panda Network è diventato un leader mondiale nella protezione dei panda rossi e del loro habitat, usando un approccio integrato nella conservazione che si basa sul contributo e il coinvolgimento delle comunità locali. Il Red Panda Network da alcuni anni ha indetto l'International Red Panda Day, una giornata internazionale di sensibilizzazione e raccolta fondi dedicata a questa specie. Il Parco aderisce da molti anni a questa giornata, che ormai è diventata un appuntamento fisso. In questa occasione, al Parco vengono organizzati laboratori educativi, attività ed eventi incentrati sul panda rosso che contribuiscono alla sensibilizzazione del pubblico in visita sulle problematiche che questa specie affronta nel suo habitat di origine.

 
rpn-intl-red-panda-day-2019.png

Scopri il Red Panda Day 2019!

Il Parco Natura Viva sostiene l’attività del Red Panda Network - RPN per la conservazione in-situ del panda rosso, una specie meravigliosa e particolarmente minacciata nel suo ambiente di origine. Il RPN salvaguarda questa specie preservandone l’habitat naturale e coinvolgendo in maniera diretta le comunità locali. Questo progetto viene attuato attraverso la ricerca scientifica, la sensibilizzazione e l’educazione della popolazione locale, che viene coinvolta nel censimento di questa specie e nella tutela delle aree nelle quali vive. Inoltre, il RPN ha costruito un network antibracconaggio che pattuglia le aree protette per monitorare il panda rosso e segnalare alle autorità competenti qualunque attività di bracconaggio. Grazie al duro lavoro di questo network, dal 2015 si è registrato un calo del 60% della presenza di trappole nella foresta protetta Panchthar-Ilam-Taplejung del Nepal orientale.
Il Parco partecipa alle attività di supporto dei ranger e nel 2019 diventa uno dei primi Red Panda Challenger contribuendo al progetto di riforestazione e piantagione di alberi in Nepal.
 
prog-panda-ilprog-1.jpg prog-panda-ilprog-2.jpg prog-panda-ilprog-3.jpg

Inoltre, il Settore Educativo del Parco Natura Viva, in collaborazione con Fondazione ARCA, ha realizzato e illustrato un libro dal titolo “A ciascuno la sua coda”. Il libro narra la storia di Ping, una tenera cucciola di panda rosso alla scoperta degli animali della foresta. Grazie alle grandi illustrazioni e alle schede animali, il libro è pensato per far conoscere ai bambini il mondo animale. Parte del ricavato della vendita di questo libro viene devoluta al Red Panda Network.
 
Il panda rosso è un piccolo carnivoro originario dell’Asia centrale e ha in comune con il panda gigante l’adattamento che gli consente di ricavare energia dalle foglie di bambù pur rimanendo fisiologicamente un vero carnivoro. Il panda rosso è classificato come “minacciato” nella lista rossa dell’IUCN e la popolazione in natura si è ridotta del 50% negli ultimi 20 anni. La deforestazione, che causa la frammentazione della foresta, è la fondamentale minaccia per la sua sopravvivenza. Da un lato, infatti, si perde la principale fonte di cibo per il panda, il bambù, dall’altro riducendo gli habitat a tante piccole “isole”, gli spostamenti di animali arboricoli come il panda rosso diventano difficili se non impossibili. Ciò porta anche a un aumento del rischio di perdita di patrimonio genetico a causa dell’inbreeding.
Inoltre, il crescente interesse nel panda rosso come animale da compagnia, e la caccia per l’utilizzo della pelliccia per la realizzazione di cappelli o vestiti così come l’utilizzo della coda come portafortuna sono ulteriori cause di riduzione del numero di individui in natura.
 
prog-panda-status-1.jpg prog-panda-status-2.jpg prog-panda-status-3.jpg
Grazie al prezioso sostegno di Thun, il Parco Natura Viva ha potuto destinare dei fondi alla ristrutturazione dell’area dedicata ai panda rossi attualmente ospitati, adeguando la struttura alle necessità di ciascun individuo e incrementando così il loro benessere.
La ristrutturazione del reparto ha permesso di rialzare la passerella, facilitando la visione degli animali al pubblico. Le nuove aiuole ai lati del percorso hanno ridotto l'impatto dei visitatori, permettendo agli animali di nascondersi. Inoltre, all'interno del reparto è stato realizzato un nuovo substrato e sono stati piantati dei nuovi alberi.
In occasione della ristrutturazione, è anche stata installata una webcam all'interno di una delle tane del panda rosso, collegata in tempo reale con un monitor accanto al reparto. Questa webcam ha permesso di osservare il piccolo nato nella primavera 2014 mentre si trovava all'interno della tana senza arrecare alcun disturbo a lui o alla mamma. Queste immagini sono molto importanti perché permettono ai ricercatori del Parco di raccogliere preziose informazioni sulla cura dei piccoli in questa specie.
Il Parco Natura Viva alleva questa specie nell’ambito del programma europeo di rproduzione EEP (European Endangered Species Programme) dal 2003. Il successo riproduttivo che ha accompagnato la storia della gestione di questa magnifica specie ha portato alla nascita di ben 17 esemplari.
 
prog-panda-alparco-1.jpg prog-panda-alparco-3.jpg prog-panda-alparco-2.jpg

 
Ogni anno il Parco Natura Viva celebra l’International Red Panda Day durante il mese di settembre.
 

2019

Parco Natura Viva sostiene il progetto del Red Panda Network “Plant a Red Panda Home” che porterà al ripristino di più di 32 ettari nel Nepal orientale e occidentale, piantando più di 32.000 alberi. Questo progetto fa parte del programma “First Panda Challenge”, che rappresenta un’opportunità per i partner del Red Panda Network di rafforzare il loro impatto sulla campagna, raddoppiando il contributo versato. 
Con il suo contributo, il parco supporterà la piantagione di 1.500 – 2.200 alberi.
 

2018

I contributi raccolti in occasione del Red Panda Day 2018 hanno sostenuto il grande sforzo del Red Panda Network per fermare il commercio illegale di panda rossi. Inoltre, è stato possibile raccogliere fondi per l’adozione a distanza di 6 panda rossi per i prossimi 7 anni: Niyati, Tenzing, Pinju, Sita, Bhim e Sanju.
 
prog-panda-csf2018-1.jpg prog-panda-csf2018-2.jpg prog-panda-csf2018-3.jpg
Se vi interessa questo progetto e volete aiutare a salvare il panda rosso e il suo habitat, ci sono molti modi con cui potete dare il vostro contributo. Partecipando alle attività organizzate dal Parco, come le visite guidate, i laboratori educativi e il Red Panda Day, potrete conoscere più a fondo questa specie e le minacce alla sua sopravvivenza, apprendendo anche quali comportamenti adottare nel quotidiano per tutelare il loro habitat. Adottando i panda rossi del Parco o comprando il libro “A ciascuno la sua coda” contribuirete direttamente al finanziamento di questo progetto, ma anche con la vostra visita al Parco potrete dare un contributo concreto alla conservazione, poiché una percentuale del ricavato dai biglietti d'ingresso viene sempre destinata ai progetti in natura. Infine, sensibilizzando le altre persone sulle problematiche degli animali in natura potrete aiutare concretamente a diffondere la conoscenza e garantire un futuro ai panda rossi nel loro ambiente naturale.
 
prog-panda-cpa-1.jpg prog-panda-cpa-3.jpg prog-panda-cpa-2.jpg