Giraffa

Nome scientifico: Giraffa camelopardalis
Classe: Mammiferi
Ordine: Cetartiodattili
Famiglia: Giraffidi
Caratteristiche:
Distribuzione e Conservazione:

La giraffa è distribuita nelle zone aride e secche dell’Africa sub-sahariana, del Cameroon settentrionale, del Chad meridionale, della Repubblica centrafricana e nella Repubblica Democratica del Congo. Per quanto riguarda l’Africa orientale e settentrionale, le giraffe sono presenti in numero relativamente elevato in alcune regioni del Kenya, dell’Etiopia, della Somalia e in Uganda. Tuttavia, questa specie è oggi praticamente scomparsa dall’Africa occidentale, dove è rimasta una popolazione residuale in Niger, e in Eritrea, dove è estinta. Nell’Africa meridionale le giraffe, un tempo scomparse, sono state reintrodotte in molte aree ed ora sono molto frequenti sia all’interno delle aree protette sia al di fuori di esse.

La giraffa compare come “Least Concern” nella Lista Rossa della IUCN, ma la popolazione totale sembra essere in declino. Nello specifico, mentre nelle aree meridionali del loro areale le popolazioni di giraffa sono in incremento, ciò non risulta essere vero in quelle settentrionali, dove la degradazione dell’habitat e il bracconaggio rappresentano una minaccia per questa specie.


vulnerabile.png

La Lista Rossa dell'IUCN (International Union for Conservation of Nature) fornisce informazioni sullo stato di conservazione a livello globale di animali e piante. Il diverso grado di rischio di estinzione è rappresentato dalle categorie entro le quali vengono inserite le specie.
Fonte: www.iucnredlist.org

Dieta: Preferenzialmente si ciba di foglie di acacia e di mimosa
Riproduzione: La giraffa è caratterizzata da un sistema nuziale poliginico, in cui la riproduzione avviene praticamente nell’arco di tutto l’anno, ma con dei picchi di accoppiamenti nella stagione delle piogge. La prole è singola e nasce dopo un periodo di gestazione che si protrae per circa 400-468 giorni (in media 457 giorni). L’intervallo fra due nascite consecutive è di 20-30 mesi, mentre lo svezzamento avviene in genere fra i 12 e i 16 mesi, ma può essere più breve per i maschi; lo stesso vale per l’indipendenza, che si verifica in genere fra 1 e 3 anni di età. La femmina raggiunge la maturità sessuale fra i 3 e i 4 anni di età, il maschio invece fra 4 e 5 anni (ma inizia ad accoppiarsi attorno ai 7 anni).

Dove si trova nel Parco?

Safari