Cercopiteco barbuto

Nome scientifico: Allochrocebus lhoesti
Classe: Mammiferi
Ordine: Primati
Famiglia: Cercopitecidi
Caratteristiche: nei cercopitechi barbuti, i maschi sono grandi quasi il doppio rispetto alle femmine e hanno i genitali di colore blu-azzurro brillante, un carattere importante nella comunicazione socio-sessuale. Altra caratteristica peculiare di questa specie sono gli occhi arancioni, circondati da un alone di pelle glabra viola chiaro. A differenza di altri cercopitechi, questa specie passa molto tempo al suolo e talvolta preferisce scappare da alcuni predatori correndo piuttosto che arrampicandosi sugli alberi.
Distribuzione e Conservazione:
I cercopitechi barbuti vivono principalmente nelle foreste montane della faglia albertina della Rift Valley, una regione africana che include Uganda, Ruanda, Burundi e Repubblica Democratica del Congo. I cercopitechi barbuti sono classificati come “Vulnerable” nella Lista Rossa della IUCN in quanto la loro popolazione ha subito un declino notevole e continua a ridursi. Le principali minacce per la specie sono la deforestazione legata all’espansione delle attività agricole antropiche e la caccia.

vulnerabile.png

La Lista Rossa dell'IUCN (International Union for Conservation of Nature) fornisce informazioni sullo stato di conservazione a livello globale di animali e piante. Il diverso grado di rischio di estinzione è rappresentato dalle categorie entro le quali vengono inserite le specie.
Fonte: www.iucnredlist.org

Dieta:
I cercopitechi barbuti mangiano frutta, foglie e germogli di vari alberi, arbusti e piante erbacee. Nella loro dieta ci sono poi invertebrati e, occasionalmente, essudati delle piante, funghi e licheni. Apprezzano anche i semi che trovano nel sottosuolo e che consumano dopo averli accuratamente ripuliti dalla terra.
Riproduzione:
Formano gruppi che possono avere fino a una ventina di individui o più, formati da un maschio adulto e diverse femmine con la prole. I piccoli nascono generalmente alla fine della stagione secca, quando le risorse diventano più abbondanti. Le femmine partoriscono in genere un solo piccolo, dopo un periodo di gestazione di 5 mesi. La pelliccia dei nuovi nati è marroncina, mentre la colorazione scura tipica degli adulti viene acquisita dopo circa 2 o 3 mesi. Lo svezzamento completo avviene in media a un anno di età, quando la femmina ha un nuovo piccolo, anche se la frequenza di allattamento diminuisce sensibilmente dopo pochi mesi. Una volta raggiunta la maturità sessuale, i maschi lasciano la colonia natale e vanno in cerca di un nuovo gruppo.

Dove si trova?

Sentieri d'Africa