Progetti UIZA

Il gruppo degli educatori dell'UIZA (Unione Italiana Zoo e Acquari) ha ideato una campagna sui social media per informare sulle azioni che zoo e acquari portano avanti per la salvaguardia della Natura. Le comunicazioni verranno affiancate da "#azioniperlanatura" per riunire quanto viene fatto per la conservazione delle specie animali in pericolo di estinzione, la ricerca per garantire il benessere degli animali ospitati e per conoscere meglio le specie, l'educazione per sensibilizzare le persone alla tutela dell'ambiente.
 
logo-azioni.jpg


"Gli Zoo e gli Acquari U.I.Z.A. (Unione Italiana Zoo e Acquari) si impegnano ogni giorno per assicurare il benessere degli animali ospitati e garantire un futuro al nostro Pianeta, coinvolgendo quasi 4 milioni di visitatori all’anno e ispirandoli a entrare in azione per la Natura.
La rete mondiale di giardini zoologici e acquari, attraverso programmi condivisi di conservazione, ricerca ed educazione, dà un contributo concreto alla tutela degli animali e degli ambienti naturali.
Insieme a voi saremo in grado di svolgere sempre più #azioniperlanatura"


Crediamo fermamente che ciò che fanno gli zoo e gli acquari, unito al supporto di tutti coloro che si impegnano anche con piccole o grandi cose nel proprio quotidiano, siano azioni fondamentali per garantire un futuro agli esseri viventi. Insieme possiamo fare grandi #azioniperlanatura.
  
 
 
 


 
MILLEPIEDI INSETTI & CO - UNA GIORNATA CON MIC

Il gruppo Eduzoo formato dagli educatori dell'UIZA (Unione Italiana Zoo e Acquari) hanno deciso di dedicare una giornata ogni anno, alla fine di maggio, al mondo degli invertebrati.
Questi animali rappresentano la maggioranza delle specie presenti sul Pianeta, molti di essi hanno colori meravigliosi eforme spettacolari ma tanti invece ci fanno rabbrividire! La giornata è una occasione per conoscere questi animali, i loro adattamenti e curiosità.



La giornata è stata pensata dal gruppo di lavoro degli educatori dell’UIZA, Eduzoo, come un festa dedicata a Micael Bolognesi che ci ha trasmesso la passione per il mondo degli invertebrati e ha condiviso con noi l'amore per la natura. Una festa che si svolge in tutta Italia, per stare insieme, anche se non fisicamente vicini.
 
logo_mic.jpg

Il progetto di conservazione che viene supportato con questa iniziativa è il progetto Corcovado, per dare un segno di come una attività può sostenere nello stesso tempo la natura e la popolazione che lavora per allevare le farfalle nella butterfly farm in Costa Rica.




 
Il 19 aprile 2015 prende avvio Banditi in Natura, la campagna di comunicazione e sensibilizzazione dell’UIZA (Unione Italiana Zoo e Acquari) e ideata da Eduzoo, il gruppo degli educatori dell'associazione.
La Campagna si prefigge di coinvolgere il pubblico ad entrare in azione in prima persona per contrastare il fenomeno del bracconaggio.
L'iniziativa ha due principali obiettivi, il primo dei quali è informare il pubblico sul devastante fenomeno del bracconaggio che a livello internazionale, ma anche nazionale, è ancora oggi una delle più importanti minacce per la sopravvivenza di molte specie animali.
pettirosso_segnalibro_rid.jpg Anche il nostro Paese è spesso teatro di azioni di bracconaggio, alimentate da credenze popolari o tradizioni culturali e gastronomiche radicate nei secoli: tra gli animali destinati al consumo alimentare, alcuni sono ottenuti con pratiche illegali, come i datteri di mare e i passeriformi uccisi con la pratica dell’uccellagione.
ibis_segnalibro_rid.jpg Molti sono ancora gli uccelli cacciati illegalmente durante il transito migratorio sul nostro territorio, così pure i predatori come lupo e orso, uccisi perché ritenuti dannosi e la cui coesistenza con l’uomo e alcune sue attività produttive è ritenuta impossibile. La segnalazione tempestiva alle Autorità può in molti casi fare la differenza per la tutela delle specie coinvolte.
tigre_segnalibro_rid.jpg La seconda finalità della campagna è rendere ogni visitatore attivo nel contrastare il fenomenoattraverso alcune “buone pratiche” da attuare anche quando si viaggia.  

Infatti non tutto quello che viene venduto nei mercati turistici in giro per il mondo può essere portato a casa. L’acquisto di animali vivi o souvenir di origine animale, come avorio, pelli di rettile, pellicce, scialli di shahtoosh, coralli, conchiglie e altro è regolamentato da leggi internazionali.

Prima di partire per un viaggio, informarsi è d’obbligo e quando ci si trova sul posto, nel dubbio, è meglio evitare di acquistare, per non rendersi complici inconsapevoli di atti di bracconaggio.


 


Domenica 19 aprile 2015 in diversi parchi zoologici del gruppo UIZA verranno esposti cartelli informativi, organizzati eventi, laboratori per il pubblico ed altre iniziative al fine di informare e sensibilizzare i visitatori su questo fenomeno.
Al Parco Natura Viva durante la mattinata verranno proposti dei “Public Talks”, momenti di incontro con il pubblico in concomitanza della somministrazione degli arricchimenti per alcune delle specie animali a rischio bracconaggio nel loro paese di origine. 
Durante il pomeriggio alle persone in visita con la famiglia ed gli amici verrà proposto un percorso-gioco a tappe, che permetterà di approfondire la tematica della giornata. Per chi parteciperà  non mancheranno simpatici premi finali.
 
A supporto della Campagna, durante i vari eventi, verranno distribuiti dei segnalibri con alcuni consigli da seguire per contrastare il bracconaggio.
Per saperne di più consulta:
Sito Uiza
Cheetah Conservation Fund
International Rhino Foundation
BMAC - Barbary Macaque Awareness & Conservation
Snow Leopard Trust
Progetto Life+ "Reason for Hope - Reintroduction of the Northern Blad Ibis in Europe (pagine in italiano)
21st century tiger 




 
Il Parco Natura Viva partecipa attivamente all’organizzazione e conduzione della campagna di sensibilizzazione “Occhio all’alieno” promossa nel 2013 da Eduzoo (gruppo di lavoro degli educatori dell’Unione Italiana Zoo e Acquari - UIZA) indetta per informare il pubblico sulla problematica rappresentata dalle specie aliene invasive.
Alla diffusione della campagna il Parco Natura Viva ha dedicato le attività educative per il pubblico di aprile 2013, con laboratori tematici per i più piccoli e approfondimenti per i più grandi, oltre all’allestimento di un’area informativa provvista di cartellonistica.
Un recente documento dell’Agenzia Europea per l’Ambiente stima che oggi in Europa vi siano circa 10.000 specie aliene (animali o vegetali provenienti da altri continenti).
banner_rosa_sp_aliene.png


Se è vero che la maggioranza delle specie aliene non influenza l’ambiente, si stima che il 15% di esse, denominate specie aliene invasive, possa danneggiare gli ecosistemi e le loro specie originarie, l’economia e la salute della popolazione umana.
Tra le specie aliene, quelle invasive (denominate IAS) sono da tempo riconosciute come una delle minacce maggiori alla conservazione delle specie locali originarie. Infatti delle 680 estinzioni animali conosciute, circa il 20% sono da imputarsi alle specie aliene invasive.
 
effetti_negativi.png
 
Tra le tante azioni avviate a sostegno della Campagna “OCCHIO ALL’ALIENO”, di particolare importanza è la collaborazione con il Dipartimento di Biologia dell’Università di Firenze: “Se vedi in natura una specie strana che ti sembra non appartenere ai nostri ambienti naturali, falle una foto e inviala aocchioallalieno@gmail.com.”
 
 
logo_occhio.png logo_tarta_club.png

Uno dei motivi della presenza di specie aliene invasive in natura è che, dopo l’acquisto di un animale domestico esotico, a volte il proprietario si rende conto di non essere più in grado di gestirlo e lo libera in natura: ciò è quanto avviene spesso per le testuggini. La soluzione migliore è contattare un centro di recupero, come ad esempio il centro Tartaclub Italia  (www.tartaclubitalia.it) più vicino, che offre il servizio di recuperare testuggini acquatiche aliene dannose per l’ecosistema.
 
banner_approfondimenti.png

Scarica questo documento divulgativo adatto a tutti che riporta delle schede informative su alcune delle più rappresentative specie aliene invasive in Italia (sia animali che vegetali) e contiene anche una introduzione ricca di riferimenti e approfondimenti. Prodotto dal gruppo Eduzoo – UIZA (Associazione Italiana Zoo e Acquari).
Specie alloctone invasive - Natura 2000. Pubblicata dalla Commissione Europea nell’ambito del Progetto Life – Natura 2000.
Le invasioni delle specie vegetali in Italia. Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Direzione per la protezione della Natura in collaborazione con Società Botanica Italiana Onlus e Centro di Ricerca Interuniversitario “Biodiversità, Fitosociologia ed Ecologia del Paesaggio” Sapienza Università di Roma.

Documenti di approfonimento in lingua inglese

Space Invaders. From “ZOOAQUARIA” Spring 2013 Issue 81 pp. 26-27
Invasive Alien Species.
European Commision (2009) 
Database Alien Invasive SpeciesDelivering Alien Invasive Specie Inventories for Europe (DAISIE): www.europe-aliens.org.
Invasive Speciese Specialiast Group (ISSG). IUCN 
Invasive species Specialist Group website.
What are invasive alien species. Convention on Biological Diversity Website
EU Biodiversity Strategy. European Commission (2011)