Piumaggio rosso sulla testa e un verde acceso su tutto il resto del corpo. Le amazzoni “guanceverdi” sono dei pappagallini non più lunghi di 33 centimetri, ma la minaccia di estinzione non fa differenze di grandezza: il Parco Natura Viva di Bussolengo ha accolto ieri mattina nove esemplari di questa specie, considerata “endangered” dalla Lista Rossa IUCN a causa di deforestazione e catture illegali. Provenienti da tre diversi zoo d’Europa, alle nove amazzoni è stata dedicata la voliera che prima ospitava gli Ara ararauna, oggi insieme ad altri esemplari nella grande Amazonas, la "voliera degli Ara", la più grande d'Italia per questa specie.
Le amazzoni guanceverdi abitano le pianure lussureggianti e le foreste del Sudamerica fino a 1.000 metri di altezza e nel giro di 20 anni hanno subito un declino del 77%. I numeri sono drammatici: negli anni ’70 si contavano circa 25 individui per chilometro quadrato, oggi la stessa superficie è abitata da appena 5,7 esemplari. Le coppie in grado di riprodursi nel proprio habitat naturale sono al massimo 4.000.

“In qualità di membri, abbiamo accettato immediatamente la richiesta dell’associazione Europea degli Zoo di ospitare queste nove amazzoni”, commenta Cesare Avesani Zaborra, direttore scientifico del Parco Natura Viva. “Come accade con sempre maggior frequenza, mentre in natura una specie è sull’orlo dell’estinzione, i parchi zoologici riescono ad avere successo nell’allevarla, giocando un ruolo insostituibile nella conservazione del patrimonio genetico che va scomparendo”.