Il Parco a scuola

Il progetto intende proporre un approfondimento di alcuni processi naturali attraverso l’osservazione diretta di reperti e/o con l’esplorazione del giardino scolastico con “occhi da naturalista”.
 
Le attività potranno essere svolte all’aperto o in classe, garantendo le necessarie misure di sicurezza anti -COVID previste per la situazione sanitaria del momento.

Impollinatori: a ciascuno il suo fiore
Tra le più importanti interazioni tra esseri viventi vi è quella tra piante a fiore e insetti pronubi. i Attraverso l’osservazione del variegato mondo dei fiori, i ragazzi saranno stimolati a valutarne forme, colori e profumi per comprendere la co-evoluzione fiori-impollinatori.
Scopriranno inoltre le diverse modalità di impollinazione e quali animali le compiano in base anche agli espedienti che assumono le piante per rendersi “attraenti”.
Questo intervento sarà un’occasione per riflettere sulla condizione di pericolo in cui si trovano gli insetti impollinatori, fondamentali per l’equilibrio degli ecosistemi del nostro Pianeta, la riproduzione delle piante e di conseguenza anche la produzione agricola di cibo per il genere umano.
Saranno fatti esempi anche prendendo spunto dalle specie ospitate al Parco, scoprendo degli insospettabili diffusori di pollini.
Alla fine della lezione, una volta studiati i cicli vitali di alcuni insetti, verranno suggerite delle attività per contribuire alla salvaguardia di questi piccoli amici a 6 zampe.
 
Il viaggio delle piante
Siamo abituati a pensare alle piante come ad esseri immobili, ma in realtà sono in grado di raggiungere quasi tutti i luoghi del nostro pianeta e colonizzare gran parte degli ambienti.
Questo avviene attraverso la disseminazione, che è uno dei modi che utilizzano le piante per… spostarsi e spesso lo fanno a spese di ignari viaggiatori.
Verranno spiegati alcuni metodi utilizzati dalle piante per disperdere i propri semi lontano dalla pianta madre, portando esempi di specie del nostro territorio di paesi lontani, mostrando alcuni reperti dal vivo e illustrando il collegamento con gli animali che ne facilitano il “viaggio.”
Alla fine della lezione verrà proposta un’attività che permetterà ai ragazzi di proporsi come “disseminatori”.
 
Natura in città
I parchi cittadini e i cortili delle scuole possono essere un “ponte” tra le aree verdi dei nostri centri abitati in quanto offrono cibo e rifugio a numerosi insetti, uccelli, piccoli mammiferi, rettili e anfibi.
Gli alunni, alle prese con l’osservazione di penne, uova, nidi e l’ascolto di canti più o meno melodiosi, saranno portati a meravigliarsi della ricchezza della biodiversità nascosta intorno a noi, e a muovere i primi passi nel mondo dell’investigazione dei segni di presenza della fauna selvatica in città.
Alla fine della lezione, dopo aver chiarito le principali minacce alla conservazione degli ecosistemi urbani, verranno suggerite alcune semplici azioni di salvaguardia da mettere in pratica nel nostro quotidiano.
 
In ogni incontro verrà brevemente illustrata la gestione del Parco Natura Viva e il suo ruolo nella conservazione della biodiversità.


L’offerta prevede di trattare uno solo dei due temi oppure entrambi, in giornate diverse.
Si richiede la partecipazione di almeno due classi che svolgano l’attività nella stessa giornata.

quota di partecipazione per una lezione di 1 ora, a classe       € 60,00
 

quota di partecipazione per due lezioni di 1 ora, a classe       € 110,00
 

quota di partecipazione per tre lezioni di 1 ora, a classe       € 170,00

I costi indicati si riferiscono alle lezioni per le scuole della provincia di Verona. Per le scuole di altre provincie, sarà necessario prevedere un rimborso per la trasferta.