Scarabeo dei fiori egiziano

Nome scientifico: Pachnoda savignyi
Classe: Insetti
Ordine: Coleotteri
Famiglia: Scarabei Cetonidi
Caratteristiche:
Dieta:
Lo scarabeo dei fiori egiziano frequenta principalmente i fiori e si nutre di polline e liquidi zuccherini di piante o frutta. Gli adulti sono floricoli mentre le larve si sviluppano nel terreno, preferendo substrati ricchi di materiale organico in decomposizione, che rappresenta il loro alimento principale. Vista la dieta dei diversi stadi, questi scarabei sono molto importanti per l’ecosistema, in quanto coinvolti nell’impollinazione delle piante e nella decomposizione della materia organica.
Distribuzione e Conservazione:
Lo scarabeo dei fiori egiziano è diffuso in Nord Africa, in particolare in Marocco, Senegal, Egitto, Chad e Mali.
La maggior parte dei coleotteri sono comuni e ampiamente diffusi, anche se la distruzione degli habitat rappresenta una minaccia per le specie legate a determinate piante o ambienti.

non_valutata.png

La Lista Rossa dell'IUCN (International Union for Conservation of Nature) fornisce informazioni sullo stato di conservazione a livello globale di animali e piante. Il diverso grado di rischio di estinzione è rappresentato dalle categorie entro le quali vengono inserite le specie.
Fonte: www.iucnredlist.org

Riproduzione:
Lo scarabeo dei fiori egiziano è un coleottero di medie dimensioni. Come gli altri coleotteri, presenta due paia di ali: le elitre, robuste, sclerificate e colorate che corazzano il corpo e le ali membranose sottostanti, utili al volo. Quando vola, questo scarabeo tiene le elitre chiuse e le ali membranose fuoriescono da delle fessure sul bordo esterno delle elitre stesse. In genere, il ciclo vitale dei coleotteri è composto da quattro stadi: dopo l’accoppiamento la femmina depone le uova, che si schiudono originando delle larve senza ali. Le larve si nutrono, crescono e, attraversato uno stadio pupale immobile e senza bisogno di cibo, si trasformano in adulti.