Nome scientifico: Archispirostreptus sp.
Classe: Diplopodi
Ordine: Spirostreptidi
Famiglia: Spirostreptidi
Caratteristiche: le specie più grandi di millepiedi gigante possono raggiungere i 40 cm di lunghezza e, nonostante il nome, hanno in genere qualche centinaio di zampe. Se minacciati, i millepiedi si difendono arrotolandosi in una spirale, esponendo solo l’esoscheletro rigidissimo e secernendo in alcuni casi un liquido irritante.
Dieta: i millepiedi giganti sono detritivori, cioè si nutrono di materia organica morta o in decomposizione, come alberi, ceppi e piante marcescenti. Le feci dei millepiedi sono ricche di nutrienti e fungono da ottimi fertilizzanti per il suolo forestale in cui vivono.
Distribuzione e Conservazione: i millepiedi giganti del genere Archispirostreptus sono diffusi nelle foreste tropicali, subtropicali e costiere dell’Africa, dove abbondano detriti, legno e vegetazione marcescenti.
I millepiedi giganti non sono ancora classificati nella IUCN Red List ma sono minacciati dalla perdita e dal degrado delle foreste in cui vivono.

non_valutata.png

La Lista Rossa dell'IUCN (International Union for Conservation of Nature) fornisce informazioni sullo stato di conservazione a livello globale di animali e piante. Il diverso grado di rischio di estinzione è rappresentato dalle categorie entro le quali vengono inserite le specie.
Fonte: www.iucnredlist.org

Riproduzione: al momento della riproduzione, i maschi vanno in cerca di una compagna con cui accoppiarsi e dopo qualche settimana la femmina depone qualche centinaio di uova in un buco nel terreno. Le uova si schiudono dopo circa tre mesi, generando dei piccoli millepiedi bianchi con solo tre paia di zampe, i quali faranno già la prima muta dell’esoscheletro nell’arco di dodici ore. Crescendo, i millepiedi fanno diverse mute e sviluppano nuovi segmenti, ciascuno con nuove paia di zampe.
 

Dove si trova?

House of Giants