Geco diurno del Madagascar

Nome scientifico: Phelsuma madagascariensis
Classe: Rettili
Ordine: Squamati
Famiglia: Gekkonidi
Caratteristiche:
Dieta:
Il geco diurno del Madagascar si nutre di un’ampia gamma di artropodi, ma include occasionalmente nella dieta anche frutti dolci o nettare. La principale fonte d’acqua è la condensa sulle foglie.
 
Distribuzione e Conservazione:
Il geco diurno del Madagascar è ampiamente diffuso nelle regioni orientali dell’isola malgascia. È una specie arboricola e si può incontrare in diversi tipi di habitat quali foreste tropicali e foreste secche, ma anche sugli alberi di praterie, savane e aree agricole. Il geco diurno del Madagascar compare come “Least Concern” nella Lista Rossa della IUCN, in quanto è ampiamente diffuso e presenta una popolazione molto numerosa. Tuttavia, questa specie è minacciata sia dal prelievo di individui venduti come animali domestici (vengono commerciati circa 2000 soggetti all’anno) sia dall’abbattimento dei grandi alberi su cui vive.
 

rischio_minimo.png

La Lista Rossa dell'IUCN (International Union for Conservation of Nature) fornisce informazioni sullo stato di conservazione a livello globale di animali e piante. Il diverso grado di rischio di estinzione è rappresentato dalle categorie entro le quali vengono inserite le specie.
Fonte: www.iucnredlist.org

Riproduzione:
Il geco diurno del Madagascar presenta riproduzione stagionale, che può avvenire fra gennaio e luglio, con un picco fra febbraio e aprile. In questo periodo, il maschio produce piccole gocce di una sostanza cerosa, mentre le femmine sviluppano dei depositi di calcio ai lati del collo. L’accoppiamento è preceduto da una sorta di rituale, in cui il maschio ondeggia la testa a scatti e la femmina schiocca rapidamente la lingua. La femmina depone svariate covate nell’ambito di ciascuna stagione riproduttiva, ciascuna composta solitamente da 2 uova. La schiusa può avvenire dopo un periodo di incubazione che va dai 47 agli 82 giorni e i piccoli, alla nascita, sono auto-sufficienti e indipendenti. La maturità sessuale viene raggiunta nell’arco di 1 o 2 anni.