Cicogna bianca

Nome scientifico: Ciconia ciconia
Classe: Uccelli
Ordine: Ciconiformi
Famiglia: Ciconidi
Caratteristiche:
Distribuzione e Conservazione: La Cicogna bianca è diffusa in tutta l’Europa, l’Africa settentrionale, l’Asia Minore e il Medio Oriente nella stagione riproduttiva, mentre migra in Africa tropicale, alcune aree del Medio Oriente e nel sub-continente indiano nel periodo invernale. Frequenta zone umide aperte, savana, steppe, prati, pascoli e campi agricoli, anche se preferisce aree in cui sono presenti fonti d’acqua ferma e poco profonda, con temperatura mite e bassa umidità. Queste condizioni si trovano spesso nelle aree agricole e negli insediamenti antropici, dove sono peraltro presenti buoni siti per la nidificazione, quali pareti, pile di fieno o paglia, rovine e camini: ciò è spesso alla base di un commensalismo a lungo termine fra l’uomo e questa specie.
La Cicogna bianca compare come “Least Concern” nella Lista Rossa della IUCN, per via della vastità del sua areale distributivo e per il fatto che la sua popolazione sembra essere in aumento. Tuttavia, diverse popolazioni sono state estirpate da molte aree riproduttive storiche dell’Europa e l’alterazione degli habitat rappresenta una minaccia per la specie. Tale alterazione è causata dal drenaggio dei prati umidi, dalle opere di prevenzione dell’allagamento delle piane alluvionali, dalla conversione delle aree di foraggiamento, dall’industrializzazione e dall’intensificazione dell’agricoltura. Un’ulteriore minaccia è rappresentata dalla carenza di siti di nidificazione in alcune aree dovuta, per esempio, ai tetti di nuovi edifici rurali che non consentono la costruzione di nidi. Inoltre, nei siti invernali dell’Africa, la siccità, la desertificazione e il controllo della popolazione di locuste attraverso gli insetticidi portano a cambiamenti nella disponibilità di cibo e all’aumento della mortalità in questa cicogna. Altre minacce per la specie sono rappresentate dall’ingestione di esche avvelenate destinate all’eliminazione dei grandi carnivori, dalla collisione con I fili elettrici e dalla caccia sportiva e per la carne, che avviene principalmente nel corso della migrazione e nelle aree di svernamento.

rischio_minimo.png

La Lista Rossa dell'IUCN (International Union for Conservation of Nature) fornisce informazioni sullo stato di conservazione a livello globale di animali e piante. Il diverso grado di rischio di estinzione è rappresentato dalle categorie entro le quali vengono inserite le specie.
Fonte: www.iucnredlist.org

Dieta:
Riproduzione: La Cicogna bianca è un uccello monogamo, in cui maschio e femmina restano assieme per tutta la vita a partire dai 3 o 4 anni di età, formando un legame di coppia molto stretto. Si riproducono in primavera quando il maschio torna nei territori riproduttivi e, in attesa della femmina, ingrandisce il nido utilizzato l’anno precedente. La riproduzione e la nidificazione avvengono in piccole colonie, anche se ogni coppia ha il proprio nido; questo è molto grande e posto in punti solitamente sopraelevati rispetto al terreno, costruito con legni, rami, pezzi di stoffa, carta e materiale di altro tipo. La femmina depone fra le 3 e le 6 uova la cui incubazione, operata da entrambi i genitori, si protrae per circa un mese. I nuovi nati raggiungono l’indipendenza dopo circa 8 settimane, ma non iniziano a riprodursi in genere prima del quarto anno di età. La maturità sessuale viene raggiunta fra i 3 e i 5 anni.

Dove si trova nel Parco?

Asia