Progetto Tartarughe e Testuggini

Il progetto

Il Parco sostiene questo progetto insieme al Green Teen Team fondato dalla Principessa Theodora von Liechtenstein all'età di soli 9 anni. Il progetto mira a sensibilizzare le nuove generazioni, incrementando la conoscenza delle specie a rischio di estinzione e coordinando le iniziative collegate alla conservazione delle tartarughe e delle testuggini europee, che sono state scelte come specie bandiera di questo progetto. Proprio grazie al loro coinvolgimento diretto, i bambini vengono educati alla salvaguardia delle specie che li circondano, in modo che possano diventare dei teenager green!

Gli obiettivi del progetto vengono perseguiti grazie a partnership strategiche e comprendono:

  • il coinvolgimento del pubblico;
  • attività di fund raising;
  • la riproduzione e gestione delle specie in ambiente controllato e in natura;
  • la ricerca scientifica sul campo;
  • la realizzazione di report sull’indice di estinzione delle specie e sulle regolamentazioni;
  • la valutazione delle aree protette e possibili sviluppi.
Il Parco Natura Viva, in collaborazione con il Green Teen Team, ha realizzato una nuova area dedicata alle tartarughe e alle testuggini europee all’interno del Parco Natura Viva. Quest’area, denominata "Chelonia", viene gestita in collaborazione con i bambini ed è la sede di varie attività volte a dare visibilità e attenzione al progetto. Sabato 7 giugno 2014, in occasione dei festeggiamenti per il 45° anniversario del Parco Natura Viva, la Principessa Theodora von Liechtenstein ha firmato e affisso il cartello che testimonia l’inizio dei lavori della nuova area dedicata alle tartarughe e testuggini europee.

Mercoledì 23 luglio 2014, la principessa Theodora von Liechtenstein ha aggiornato il cartello, aggiungendo la data della conclusione dei lavori per la realizzazione di Chelonia.

Il Green Teen Team ha dato vita ad un nuovo progetto il 12 dicembre 2015, con una donazione che ha permesso di fornire riso per tutto il 2016 ai bambini della scuola primaria di Anevoka, in Madagascar. La scuola si trova nell'area chiamata "Maromizaha", riconosciuta come "Nuova Area Protetta" (NAP) dal Ministero dell'Ambiente malgascio nel 2015. Questo passo importante si inserisce nel progetto Madagascar condotto dall'Università di Torino, in collaborazione con il Parco Natura Viva e contribuisce al lavoro di coinvolgimento ed educazione delle comunità locali sull'importanza della biodiversità e l'urgenza della sua conservazione.