Progetto Mozambico

Il progetto abbraccia diversi partner e ha l’obiettivo di ridurre la perdita di biodiversità del Mozambico e garantire un futuro migliore alla popolazione. Insieme alla Direzione Provinciale del turismo della Zambesia (DPTZ) e all’ONG IGF si lavorerà per promuovere una gestione finanziaria più efficace della Riserva di Gilé e dell’area tampone, creando una maggior consapevolezza dell’importanza della tutela delle risorse. Grazie all’organizzazione di campagne di sensibilizzazione e alla formazione delle unità che gestiscono la riserva, la DPTZ e la popolazione locale, verranno approfonditi argomenti quali l’agricoltura conservativa, il marketing e management turistico e i crediti di carbonio. Questo progetto mira a rafforzare la collaborazione tra la popolazione locale e la Riserva Nazionale di Gilé e tra l’Università Eduardo Mondlane di Maputo e l’Università di Firenze. Il Parco Natura Viva si farà promotore dell’ecoturismo nella zona, in collaborazione con la Riserva Nazionale di Gilé: in questo modo sarà possibile fornire un’adeguata assistenza tecnica per gestire in modo sostenibile le risorse naturali. CarbonSink sosterrà invece l’introduzione dei pagamenti dei servizi ambientali generati dalle foreste basati sui crediti di carbonio ottenuti dall’agricoltura di conservazione, dalla riforestazione e dalla sostituzione delle stufe tradizionali.