Affidamenti

Il commercio illegale di fauna e flora è una delle principali minacce alla sopravvivenza di numerose specie animali e vegetali. Per arginare questo fenomeno e proteggere le specie in pericolo è nata la Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione, denominata C.I.T.E.S. (Convention on International Trade of Endangered Species of wild fauna and flora). In Italia la Convenzione è stata ratificata nel 1975 e nel 1979 è entrato in vigore un regolamento per la sua attuazione amministrativa. Dal 1992 è in vigore una legge che disciplina i reati connessi ai traffici illeciti di specie animali e vegetali.

In seguito dell'entrata in vigore delle severe norme CITES, il Parco Natura Viva ha iniziato ad accogliere individui confiscati dagli organi statali competenti. Tra le specie vegetali affidate al Parco ci sono alcune specie di Orchidacee, mentre pappagalli e testuggini sono tra le specie animali che vengono confiscate più frequentemente, anche se non sono mancati casi che coinvolgessero anche scimpanzé o felini di grande taglia.

Accogliere queste specie, oltre a prevedere costose e idonee strutture in cui ospitarle, richiede anche un'elevata professionalità del personale addetto e l'attuazione di specifici programmi che consentano il monitoraggio del comportamento dei singoli individui al fine di provvedere al miglioramento del loro stato di benessere.